MIGUEL BOSE' TRA 'MITO' E REALTA'

Blog/Gruppo/Pagina

Miguel 'ieri' e 'oggi' (scegli video, clicca play e...)

Miguel 'ieri' e 'oggi' (scegli video, clicca play e...)

Miguel 'ieri' e 'oggi' (clicca play e...)

domenica 13 settembre 2009

Miguel sul grande schermo: Mazeppa, 1993

UNO STRALCIO DAL FILM...



UN BEL MONTAGGIO DI SCENE DAL FILM


Un circo di passioni equestri per il pittore Miguel Bose' .

Bartabas non sappiamo come si chiama in realta' , non sappiamo dov' è nato. Nel suo film d' esordio, "Mazeppa", non abbiamo neppure il bene di vederlo in faccia: coperto da una maschera di cuoio, il patron dello spettacolo equestre "Zingaro" incarna una figura circense del primo Ottocento, il celebre Franconi animatore del Cirque Olympique. Di fronte a lui c' e' un Miguel Bosè bello e spericolato nella parte del pittore Theodore Gericault, morto a trent' anni cadendo da cavallo: ed era uno che i cavalli li amava molto e li dipingeva in continuazione. Percio' qui si inventa, ai margini delle geometriche zingarate dei cavallerizzi, un rapporto di fascinazione fra Gericault e Franconi, terminato nell' impazienza, nel dissidio e nel sangue. La kermesse si concluse sull' incubo del pittore, che immagina di trasformarsi nel mitico personaggio del paggio Mazeppa: colui che per scontare un fallo amoroso fu legato nudo al dorso di un cavallo e spedito al galoppo a morire nella steppa.
Un personaggio che attrasse molti scrittori, tra i quali Puskin, e fu ritratto in un quadro dallo stesso Gericault.

1 commento:

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie