MIGUEL BOSE' TRA 'MITO' E REALTA'

Blog/Gruppo/Pagina

Miguel 'ieri' e 'oggi' (scegli video, clicca play e...)

Miguel 'ieri' e 'oggi' (scegli video, clicca play e...)

Miguel 'ieri' e 'oggi' (clicca play e...)

domenica 29 luglio 2012

"Due volte Papito" reportage su El Pais Semanal

Oggi in edicola col quotidiano EL PAIS un allegato contenente un'intervista  a Miguel Bosè e splendide foto.

L'intervista è 'quasi' divisa in due momenti, un po' perchè  Miguel era alle prese col set fotografico, un po' perchè, dopo tentativi del giornalista di fargli dire di più sui figli, sulle emozioni, sul suo privato, si è subito creato quel 'gelo' [giustamente!dico io..] che lo ha spinto a dire : "E' già mezz'ora che parliamo dei bambini. Va già bene. Direi basta, ora....".

L'ambiente descritto è la sua nuova casa: corridoi, spazi ampi, zone che denotano la presenza di piccoli abitanti (giocattoli di ogni tipo...) e Miguel alle prese con un rosbif di almeno due chili.. Ma Bosè e il servizio di foto chiama il Miguel che era sul punto di 'liquidare' il suo intervistatore... Ed ecco la trasformazione: l'uomo di casa con polo nera e jeans comodi diventa una presenza poderosa, pettinato, truccato e padrone del suo volto e del suo corpo nei momenti di 'posa'.
Resta chiaro che la 'corazza' che veste Miguel è l'indispensabile e necessario 'indumento' per proteggere i suoi sentimenti e la sua vita.

A fine intervista 'concede' una frase : "Sono il re della mia casa, il principe del mio universo, il 'patriarca' della mia famiglia e 'Papito' per la mia gente della musica.La priorità sono i miei figli. Ora, quando faccio qualcosa so per chi lottare. Ho un grande desiderio di lasciare loro determinate cose  e che sappiano che da che sono arrivati, tutto è per loro".




































NIENTE DA DIRE.... la grandezza di Miguel Bosè è, oltre che nella sua musica e nel suo genio innato, anche in questa mente che pianifica, coerentemente, ciò che vive, lasciandosi andare al pianto quando vuole liberare il suo cuore ma senza che nessuno intacchi il suo privato. MAI!

Qui un breve video

Nessun commento: