BENVENUTI NEL BLOG ITALIANO INTERAMENTE DEDICATO A MIGUEL BOSE'!

Trovateci su Facebook

Trovateci su Facebook
PAGINA DI QUESTO Blog su Facebook - TANTI ' MI PIACE' PER CONCERTI IN ITALIA! VI ASPETTIAMO!

Miguel 'ieri' e 'oggi' (clicca play e...)

"AMO TOUR"

"AMO TOUR"
TUTTE LE DATE (aggiornate via via...)

DAL SITO UFFICIALE, DATE "AMO TOUR"

lunedì 31 dicembre 2007

BUON ANNO A TUTTI !! E.....




BUON 2008, MIGUEL!!

Creo en ti
Como un sol que cree en cada amanecer
Como en mi evolución
Como el miedo en el valor
Creo en ti
Mi estrella creo en ti

da mamyta

venerdì 28 dicembre 2007

Miguel Bosé interpreta Bandido en el especial de TVE

LO SO...NE AVRO' MESSI TRE DI VIDEO DI ?BANDIDO'...MA QUESTO E' DAVVERO PARTICOLARE, CON LE IMMAGINI DELLE VARIE VERSIONI...NEL TEMPO!!
NON CAMBIANO LE 'EMOZIONI' CHE DA'!!!

DISCO DEL AÑO 2007 3 (foro dulce y poncho)

EVVIVA!!!
MIGUEL HA VINTO 'EL DISCO DELL'ANNO' DELLA TVE, VOTATO DAL PUBBLICO!!!
ECCO IL MOMENTO..

mercoledì 26 dicembre 2007

MIGUEL BOSE' TRA MITO E REALTA'

HO PENSATO DI 'CREARE' QUALCOSINA PER MIGUEL...
UN REGALO DA PARTE MIA E DI TUTTE LE 'PAPITE' ITALIANE!
IL PEZZO E' TRATTO DA "11 MANERAS DE PONERSE UN SOMBRERO", "El amor después del amor",molto poco 'diffusa' ma suadente e trascinante...w Miguel!

Mirarte

Mirarte – Guardarti
Amare amare amante posso
Di amor amato amante voglio
Con amore amore amato e solo amare
Amare amare amarti e poi
Amante so che amo
Con amore amore amato e solo amar

martedì 25 dicembre 2007

INTERVISTA DA 'GLAMOUR'

CLICCARE PER INGRANDIRE!
QUI UN'INTERVISTA-FLASH A MIGUEL DALLA RIVISTA 'GLAMOUR':

BUON NATALE!!

Si...già il blog, nel post del 22 dicembre aveva...'anticipato' gli auguri, magari anche per chi oggi dovesse essere fuori casa..

ma ora, semplicemente,

INVIO A TUTTI TANTI AUGURI DI UN SERENO NATALE!!

Miguel e Antonio Vega


Un dolcissimo brano e un dolcissimo Miguel che non ha reticenza a mostrare commozione per un qualche dolore, un ricordo...lo adoro così, così sensibile e 'vero'!

In questo video un grande Miguel e un grande Antonio Vega.

domenica 23 dicembre 2007

LA VITA E’ BELLA!!

BENIGNI – PIOVANI e UN DUETTO IN SPAGNOLO DI DUE SPLENDIDE VOCI!
CHE CONNUBIO FELICE!!
QUALE AUGURIO MIGLIORE PER QUESTO NATALE? LA VITA E’ BELLA…COMUNQUE VADA!
http://it.youtube.com/watch?v=_9FGYub3HO4

sabato 22 dicembre 2007

....E QUESTI GLI AUGURI DEL BLOG...


" Forse siamo noi
gli angeli che cadono

gli angeli che sperano
gli angeli che soffrono
gli angeli che vivono
vivono ma è un attimo
............
angeli che sognano

angeli che si amano…
……
Angeli che non voleranno mai ..... "

Da una canzone di Miguel :
"Angeli caduti "


BUON NATALE!!!!
A TUTTI I VISITATORI.....
E A TE.... MIGUEL...
SPERANDO CHE UN GIORNO TU POSSA PASSARE DI QUI..!!

VIDEO-AUGURI DA MIGUEL!!!

Dal sito ufficiale...ma spero rivolto a tutti coloro che lo seguono, fans sparsi per il mondo, fanclubs, blog....
ECCO GLI AUGURI DA MIGUEL!
video

venerdì 21 dicembre 2007

Ricky Martin y Miguel Bosé, Bambú, TVE 2007

ECCO...HO REPERITO UNO DEI VARI VIDEO TRATTI DALLO SPECIALE TVE DI MERCOLEDI!
BUONA VISIONE!

VIDEO-INTERVISTA E ARTICOLO SU MTV


"...Speriamo di non dover aspettare altri tredici anni per rivedere Mr Bosé su un palco italiano! Intanto, mettiti comodo e GUARDA la videointervista..."

Così si conclude un articolo sul sito di MTV E POSTO QUI IL LINK DELL'INTERVISTA

mercoledì 19 dicembre 2007

TVE-1 Especial Papito


STASERA, A PARTIRE DALLE ORE 22.00, SULLA RETE SPAGNOLA TVE-1, UNA LUNGA TRASMISSIONE CON MIGUEL E TANTI AMICI DI 'PAPITO'.
CHI HA IL SATELLITE...PROVVEDA!

INTANTO QUI IL LINK DELLA TVE -(E' TUTTO ABBASTANZA COMPRENSIBILE, ANCHE PER CHI NON MASTICA TROPPO LA LINGUA..)

DAL SITO ONSTAGE WEB

Foto di Luca Cepparo
La trovo una ‘dignitosa’ recensione. Un resoconto corretto e, per chi non c’è stato come me, il 5 dicembre,un modo per... ‘vivere’ il concerto.
Leggendo mi sono sentita lì, con il palco davanti a me e Miguel in tutta la sua imponenza, con la sua voce che, come sempre, riempie l’anima…..

Rinnovo il link perché ora sono state aggiunte altre, bellissime foto del concerto italiano

http://www.onstageweb.com/

Atmosfera di festa e serata da ricordare per i tantissimi fan di Miguel Bosè, nella data milanese (unica italiana) del tanto apprezzato Papitour ’07. Si celebra, infatti, il ritorno del musicista spagnolo sui palcoscenici italiani dopo ben tredici anni di assenza. Il colpo d’occhio del Datchforum di Assago è di quelli che mettono i brividi: le tribune sono stipate all’inverosimile. Il concerto comincia con discreta puntualità poco dopo le nove e mezzo, nonostante il “tragico” ingorgo di traffico creatosi sulle tangenziali attorno al Forum.
Si spengono le luci: si comincia!L’impatto sonoro è di quelli che non ti aspetti, con la Fender Stratocaster e la batteria della “Bosè Band” in primo piano. Mano a mano che le note distorte e inaspettatamente rock si disperdono in un Forum al settimo cielo, il monumentale e complesso sistema di pannelli di luce posto sopra il palco scorre fino a formare un gigantesco schermo. Nel mezzo del palco si alza una lunga scalinata, al suo vertice un pulpito.
E’ l’ora di Miguel. Esce dai fumogeni con un elegante completo nero, accompagnato da due coriste, in nero anche loro. Il sound della band diviene mano a mano più melodico e si indovina presto tutta l’energia positiva di Si Tu No Vuelves, brano tratto dall’ultimo, pluripremiato album Papito.
Viene spontaneo osservare come il carisma di Miguel si sia conservato intatto nel corso degli anni. Pare quasi accresciuto, assieme alla sua consapevolezza artistica. Una capacità, quella di tenere il palco e di lasciar scorrere le emozioni, che Bosè sembra aver trasmesso a tutti i membri della band e, di conseguenza, a tutto il pubblico presente.
I successi più recenti si susseguono in un rincorrersi di emozioni, fino a quando una sognante fuga di tastiera introduce Bambù. Sarebbe difficile per chiunque tenere le gambe ferme, figurarsi per un pubblico così entusiasta.
A canzone finita, Miguel si lascia andare alla tenerezza dei ricordi, e, con un pizzico di malinconia, si rivolge al suo pubblico: “c’era una purezza in quegli anni in cui ci siamo conosciuti per la prima volta”, (Bosè si riferisce agli anni ’80, periodo in cui raggiunse il successo, nda) “che oggi non può più esserci in noi. Non può esserci, perché siamo cambiati. La purezza continua ad esistere, invece, nelle canzoni e nelle emozioni del ricordo”. Il Forum esplode quando la band attacca con gli accordi di Morir de Amor. Ottimo l’apporto delle coriste e dei due chitarristi, a dimostrazione di un grande affiatamento tra i singoli elementi.
Il mattatore della serata, però è sempre lui, Miguel. Le fan sventolano cartelloni e accendini, non smettendo un istante di chiamarlo a gran voce. Quando il nostro canta in versione più acustica e intima, la sua voce diventa una cosa sola con quella di tutti i presenti; quando invece decide di scatenare il suo istinto “latino” e di lasciar fluire il ritmo (è il caso dell’applauditissima Super, Superman) il Forum si trasforma in una latin disco anni ’80.
Passato e presente sono, insomma, una cosa sola e si riassumono nella voce, nei passi, nei gesti di un artista sensibile e generoso. Miguel saluta i diecimila del Forum con un arrivederci. Sperando che, per rivederlo in Italia, non debbano passare altri tredici anni.
Davide Zucchi

lunedì 17 dicembre 2007

BOSE'....


"TUTTO QUELLO CHE VIENE DAL 'DESIDERIO' NON FA DANNO..A NESSUNO..."

Miguel ha detto spesso questa frase nelle interviste.

Io la dedico a lui....E aggiungo...:
“Chi sei tu, che nel buio della notte osi inciampare nei miei più profondi pensieri?” (William Shakespeare)

domenica 16 dicembre 2007

Miguel Bose - Gulliver (2001)

Miguel Bose - Gulliver (2001)

L'HA PRESENTATA A QUASI TUTTI I SUOI CONCERTI....
QUI CI SONO TUTTI I 'NO' CHE MIGUEL DICE ALLE INGIUSTIZIE, CONTRO LA NATURA E GLI UOMINI.
BELLA!

Qui una..'commistione' : una parte in spagnolo e il ritornello in italiano..

....El mundo que recuerdo, vida a vida como todo, se apagó

Pensar que pude haber salvado

Quise ser Gulliver y nunca fui Gulliver...

En esta noche oscura como siempre me perderé

Pisando tierra yerma y perseguido por la voz de lo que sé

Y sé que se me fue la mano

Pero era ya tarde, muy tarde...

E grido ferito no
Un no che esplode in mille pezzi
Un no che cade nell’oblio
Inutile, piccolo e perso
E grido ferito no
Tanto forte e tanto disperato
Tanto grande, solitario e vinto
Inutile, piccolo e perso
E grido no no …

Sólo Pienso en Tí

SIII!! CHE CARINA QUESTA CANZONE!!
TRATTA DA 11 MANERAS DE PONERSE UN SOMBRERO, UN PO' DI REGGAE NON FA MALE..
PENSAVO...
SE ORA MIGUEL SI FACESSE CRESCERE "APPENA APPENA" I CAPELLI??

sabato 15 dicembre 2007

mercoledì 12 dicembre 2007

Miguel Bosé -Bravo Muchachos-italiano- Milan Datch Forum

ECCOLO!!!
CONFESSO...DOPO TANTO TEMPO, A ME, 'RAGAZZA DEL '56', QUESTO BRANO EMOZIONA SEMPRE..E MI PIACE,
MI PIACE E BASTA!
GRAZIE, MIGUEL!

lunedì 10 dicembre 2007

ANCORA PREMI E NOMINATIONS PER MIGUEL!

DAL SITO UFFICIALE http://www.miguelbose.com/

PREMIO ONDAS
Come annunciato precedentemente, Miguel ha ricevuto un insolito doppio premio nei prestigiosi ONDAS, che vengono assegnati da Radio Barcellona (Cadena SER): Premio ONDAS come Migliore Artista Nazionale, e Premio ONDAS al Miglior Album.


50th ANNUAL USA GRAMMY

Miguel ha ricevuto la nomination nella 50ª edizione dei Grammy statunitensi nella categoria "Miglior Album Pop Latino". Questa nomination, si aggiunge alla somma dei riconoscimenti avuti da Miguel grazie alla sua ultima produzione "Papito".

Miguel Bose - No se trata de (2005)

Miguel Bose - No se trata de (2005)
Un 'velvetino' brano e un Miguel tra le 'sue' cose, della 'sua' vita...
Stile particolare..

sabato 8 dicembre 2007

UNA 'CREAZIONE' PER MIGUEL...

DONATAMI DALL'AMICA MARIA JOSE' DA VALENCIA, UNA POESIA DOVE, FORSE, NON E' NECESSARIO CONOSCERE A FONDO L'IDIOMA SPAGNOLO:QUANDO LE PAROLE ESCONO DAL CUORE...SUPERANO OGNI CONFINE E SONO COMPRESE DA TUTTI.



Sete di te , Bosé
Sete di te m´incalza .....
Per questo sei la sete ....

Pablo Neruda


Llega la noche a mí
igual que un lobo herido
y como el lobo muerdo
mis uñas y el deseo:
Sete di te m´incalza .
Sed que gira y me envuelve
igual que una vorágine
y me clava tus ojos
y me clava tus formas
y el mundo se deshace y solo quedas tú.
Sete di te m´incalza .....
Per questo sei la sete ....
porque la vida entera es esta noche,
porque la sangre entera es esta noche,
porque la luz entera es esta noche ,
y en la noche la sombra tiene tu misma sombra
y en la sangre mi sangre tiene tu misma sangre
y es la vida tu vida y tu vida es la sed :
Sete di te m´incalza ....
Sete di te m´incalza ....
La boca tiene sed y el vientre tiene sed
y la mano en la sed araña tus costuras
y sólo siente sed.
Sed que nunca termina ahí en tu sed
cuando el lobo , la noche
difumina mi noche y sólo tú ,
tan solamente tú
me incendias las plegarias y te digo :
Sete di te m´incalza .....
Sete di te m´incalza ....
Mª José Merino Soler -

La gioia e l'emozione di Miguel a Milano

MOMENTO CONCLUSIVO DEL CONCERTO!!!
PUO' SEMBRARE SOLO UN GRAN CHIASSO MA...NOOOO.. SENTITE LA GIOIA DEL PUBBLICO E GUARDATE LUI!!
TORNA, MIGUEL, NON ANDARE PIU' VIA PER TANTO!!

miguel bosé con laura pausini papitour milano ti amero 1

Un Miguel 'italiano'...in questo video.Forse molti si aspettavano anche un concerto ‘italiano’…Invece, per fortuna secondo me, ha fatto davvero bene a 'darsi' al nostro pubblico con tante sue bellissime canzoni in spagnolo che tanti ancora non conoscevano!
Ok, era in Italia, ma che bello apprezzare tutto quel che ha fatto in questi lunghi anni!!
E POI, MIGUEL BOSE’ E’ UN ARTISTA INTERNAZIONALE!

giovedì 6 dicembre 2007

UN VIDEO –SERVIZIO SU LA7

Vi segnalo il link di LA 7 DOVE SI PARLA DEL CONCERTO DI MIGUEL E LO SI VEDE ‘DAVVERO’ IN PIENA FORMA!!


http://www.la7.it/news/dettaglio_video.asp?id_video=6529&cat=spettacolo

ARTICOLO 'FRESCO DI GIORNATA' DA 'LA NAZIONE!!


APPENA PRESO DA 'LA NAZIONE'...
RESOCONTO MOLTO BELLO DEL CONCERTO DI IERI!!

CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRLA!
SE VI APPARE UN PO' 'STORTINA' E' PER L'ANSIA DI POSTARLO!!!!

martedì 4 dicembre 2007

ARTICOLO DA "IL GIORNALE"

Miguel Bosè: "Torno dal vivo. E poi lancio il Live Aid latino"

di Paolo Giordano - lunedì 03 dicembre 2007, 10:08


Bentornato Miguel Bosè, lei ha tenuto compagnia a due generazioni di italiani eppure sono tredici anni che non canta qui in Italia.
«E infatti sono nervosissimo al solo pensiero».

Ma come, lei è ormai uno del mestiere.
«Quello di dopodomani al DatchForum di Milano Assago sarà il 116º concerto che faccio dopo la pubblicazione del mio cd Papito. Eppure mi sembra il primo: l’Italia è pur sempre una parte importante del mio sangue e della mia carriera».

Però a metà anni ’80 i discografici italiani l’hanno praticamente scaricata. Magari stavolta la verranno a vedere dal vivo.
«Ma io non li ho invitati. Mi sa che dovranno pagarsi il biglietto».
Accidenti com’è determinato Miguel Bosè. Alto ed elegante, si è fatto crescere un paio di baffetti che gli affilano il sorriso e, chissà come, rendono più pungenti le sue risposte. Ha 51 anni e non li dimostra, fila dritto sulla strada del successo con la grinta di chi l’aveva perso per un pezzo e ora se lo ritrova più luminoso di prima. Il suo ultimo cd Papito, che è la rivisitazione in duetto di tante sue canzoni famose, ha venduto ben più di un milione di copie nel mondo, è stato sei settimane in testa alla classifica in Italia e, diciamolo, è un signor disco che mescola arrangiamenti stilosi e brani fatti apposta per rimanere nell’animo. E tra pochi giorni uscirà Papitour, cd e dvd che sono il resoconto di un concerto che in una sera soltanto ha raccolto tanti pezzi della sua vita: le sue canzoni più belle (da Te amarè a Si tu no vuelves), la Madrid della sua gioventù e la Plaza de Toros dove suo padre Luis Dominguín, il re dei toreri, ispirò Un’estate pericolosa di Hemingway. Concerto strepitoso, peraltro (e bisognava vedere quant’era soddisfatto il pubblico all’uscita).

Però chi l’avrebbe detto: lei sembrava imprigionato nel passato e invece eccola qui.
«Neppure io avrei scommesso cento lire su questi risultati».

S’è pure guadagnato una mitragliata di nomination agli ultimi Grammy latini.

«Ma poi ha trionfato Luis Guerra».

Ha vinto anche la Pausini.
«Che duetterà con me al DatchForum in Te amarè, come sul disco. In questi anni lei ha fatto un lavoro bellissimo in giro per il mondo: ormai in America la considerano più latina di me».

Ci sarà solo lei oppure è atteso qualche altro ospite?
«Di sicuro ci sarà una sorpresa».

Magari Julieta Venegas o Juanes. Oppure Ricky Martin.
«Lui me lo ricordo bene da ragazzino, veniva ai miei concerti. E ci veniva anche Shakira fin da bambina, accompagnata dai suoi genitori, era piccina e grassottella. Poi un giorno mi ha fatto vedere un disco dicendomi: “Finalmente ne ho inciso uno anch’io”. Lì per lì ho tremato, ma poi l’ho ascoltato ed era bellissimo».

Pensi un po’, lei aveva 20 anni quando ha avuto il primo successo in Spagna con il brano Linda (cover di un pezzo dei Pooh). Adesso, come a Madrid, canta con sua nipote Bimba Bosè, che tra l’altro le assomiglia moltissimo.
«Lei è la discendenza che io non ho mai voluto avere perché in fondo sono un codardo. Però mi sono ritrovato una nipote che è praticamente uguale a me e sembra mia figlia. Adesso è a New York a incidere un album con il suo gruppo Cabriolets».

Piccole stelle crescono.
«E io me ne intendo. Sono in questo giro da trent’anni e ho creato la colonna sonora di qualche generazione».

Adesso lei potrebbe tornare al cinema. Tra l’altro il suo ruolo in Tacchi a spillo di Almodóvar è rimasto nella storia.
«Ma quello non è il mio mestiere: per me è difficile esprimere stati d’animo a comando».

E allora?
«Continuo il tour fino a novembre. E intanto, insieme con Gabriel Garcia Marquez, organizzo una sorta di Live Aid latino americano, un ping pong televisivo tra Messico e Spagna. Ci saranno U2, Rem, Coldplay e Shakira. Oltre agli artisti italiani. Io ho invitato Eros Ramazzotti, Tiziano ferro e naturalmente Laura Pausini».

Potrebbe duettare con lei anche al prossimo Festival di Sanremo.
«Oppure andarci da solo, cosa che naturalmente sarebbe molto possibile».

domenica 2 dicembre 2007

DA UN SONETTO 'ANTICO'...


QUESTO è anche il Miguel che amiamo…
Me l’ha inviato Marìa José Merino di Valencia, che ho conosciuto tramite il sito Velvetina (vedi link a sinistra e vai anche a post di novembre...c'è un bel contributo di questa cara amica…), e ‘insieme’ l’abbiamo tradotto….
E’ un sonetto scritto in castellano antico .... un album, nonché una canzone di Miguel ,hanno questo titolo,appunto:
“Por vos muero”.
.... un messaggio d’amore, di grande amore…

-Garcilaso De La Vega -
(Toledo , 1501 - Niza , 1536 ) Soldado y poeta ,
murió de las heridas(ferite) al intentar escalar el castillo de Muy


" Yo no nací sino para quereros ;
mi alma os ha cortado a su medida ;
por hábito del alma misma os quiero .

Cuanto tengo confieso yo deberos ;
por vos nací , por vos tengo la vida ,
por vos he de morir y por vos muero ."


Io non sono nato che per amarVi;
l´anima mia Vi ha tagliato alla Vostra misura;
per abitudine della stessa anima Vi amo.

Confesso di dovervi tutto cio’ che ho;
per Voi sono nato, per Voi vivo,
per Voi dovro’ morire e per Voi muoio.




ARTICOLO DA “IL MATTINO”



«Io, come Geldof per il Live Aid del pop latino»


Andrea Spinelli Milano.
Giura di non averci mai creduto. Ed è proprio questo scetticismo smentito a colpi di dischi d’oro e di platino a rendere più straordinario per Miguel Bosè il trionfo dell’ultimo album «Papito».

Dei due milioni di copie vendute, infatti, oltre 160 mila sono state vendute sul mercato italiano che, dopo le epiche stagioni di «Super Superman» e «Olimpic games», sembrava averlo dimenticato. E il concerto con cui il figlio di Lucia Bosé e Luis Dominguin approderà mercoledì al DatchForum di Milano celebra proprio questo feeling ritrovato dopo 13 anni. E ora sfruttato con «Papitour», un cd e un dvd dal vivo registrati in giugno nella caliente cornice della Plaza de toros di Madrid. Nei negozi il 7 dicembre, l’album affianca 18 successi con la complicità di star spagnole come la rossa Olvido Alaska, Rafa Sanchez, Ana Torroja e la sensuale nipote Bimba.

«A Milano chiudo la prima parte del tour, nell’attesa di ripartire in febbraio dal Cile per andare avanti fino a novembre», spiega Miguel tra i velluti di un grande albergo milanese. «Ho cominciato a promuovere questo album in marzo, il primo giorno di vacanza sono riuscito a ritagliarmelo solo il primo novembre. Ma va bene così, anche se, come cantava la Cinquetti, non ho (più) l’età».

Miguel, il risultato è sensazionale visti i tempi che corrono.

«È vero, anche perché l’industria ci ha abituati sempre più a consumare canzoni, piuttosto che ad affezionarci a chi le canta».

Lo show milanese è diverso da quello su dvd?

«Ci sono pezzi in più, tipo ”Bravi ragazzi”, e in meno, quelli legati alla mia carriera spagnola: penso a ”Linda”, che il pubblico madrileno considera una mia canzone, mentre in Italia è celebre nella versione originale dei Pooh».

In quest’annata più che positiva, l’unica delusione gliel'hanno data i Latin Grammy. Era candidato a tre premi e invece s’è trovato davanti il re della bachata militante Juan Luis Guerra, che ha fatto man bassa di riconoscimenti.

«Sono cose che capitano. Non ho un rapporto buonissimo con i ”gringos” del Grammy, che di mercato latino capiscono poco o niente. Lì non vincono i dischi, ma gli investimenti che ci sono dietro. E poi Guerra è un mito che problemi personali hanno tenuto per lungo tempo ai margini del mercato, questo era il suo grande ritorno ed è stato premiato». La Pausini, però, ce l’ha fatta. «È stata bravissima a spendersi senza riserve. Non si è negata a radio e tv, ha fatto un tour di successo con Marc Anthony e Marco Antonio Solis. Quel premio lo merita tutto. Sono felice che abbia accettato di raggiungermi al DatchForum per duettare ”Te amaré”, ma non dispero di avere pure un altro ospite».

Si parla di Eros Ramazzotti, Ricky Martin o Tiziano Ferro.

Ma torniamo alla Pausini: avete altre collaborazioni in programma?

«Laura è nel cast del concertone benefico che sto organizzando. Sarà il Bob Geldof di una specie di Live Aid latino in programma tra Buenos Aires, New York, Madrid, Città del Messico e altre sedi da decidere per raccogliere fondi a favore dell’America Latin Association Solidaridad e finanziare progetti sanitari e scolastici».

Come sarà?

«Nell’arco della stessa giornata si esibiranno Daniela Mercury, Juanes, la Pausini, Caetano Veloso, Manà, Paulina Rubio, Alejandro Sanz, Santana, Rubén Blades, Jennifer Lopez, Veloso, Zucchero, Nek... Ma ci saranno anche ospiti non musicali, come Gabriel Garcia Marquez e Carlos Fuentes. In qualità di responsabile artistico spero tanto di incassare i sì di Ramazzotti, Nek e Ferro. Non mancheranno artisti anglo-americani. Io, ad esempio, canterò con i Rem, Shakira con Bono e Ricky Martin con i Coldplay. E, ancora, Nelly Furtado, Beyoncé, i Police, The Black Eyed Peas, Wyclef Jean, Neil Young, Lenny Kravitz, Alicia Keys, Springsteen, Aerosmith, Annie Lennox, Michael Bublé...».

sabato 1 dicembre 2007

LINK INTERVISTA DA LA7

PER ORA POSTO IL LINK...
SARA' L'EMOZIONE MA NON SO INSERIRE IL VIDEO IN BLOG...MI STO 'ATTORCIGLIANDO...!
ECCO IL LINK!
BELLA INTERVISTA.
LA BIGNARDI E' BRAVA MA...MIGUEL TIENE TESTA A CHIUNQUE, TRA 'SFACCIATAGGINE' E 'SIGNORILITA': MAGICO!!
http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=invasioni&video=6343

GODETEVELO!!

STASERA, MIGUEL SU RAI 1!!!

RACCOLGO TUTTO QUELLO CHE POSSO...SOPRATTUTTO DALL'ECCELLENTE FANCLUB ITALIANO..
STASERA MIGUEL SARA' A "IL TRENO DEI DESIDERI" SU RAI 1. ORE 21,10 IN POI..

A BREVE I FILMATI DELLA CONFERENZA STAMPA DEL CORRIERE(ECCEZIONALE, E' STATO!)
E DELL'INTERVISTA A LA 7(SPERO METTANO IL VIDEO...)